Homi Milano: tradizione e innovazione al salone degli stili di vita

È il primo appuntamento del 2020, quello che mostrerà le tendenze di quest’anno in ottica di design. Stiamo parlando della fiera Homi Milano, il salone degli stili di vita, che si svolgerà dal 24 al 27 gennaio a Rho, l’evento che ospita le eccellenze nell’ambito dell’interior design contemporaneo.

Si tratta della tredicesima edizione di uno degli eventi più importanti legati al mondo della casa, un luogo non soltanto fisico ma soprattutto immagine della personalità dei suoi componenti che cattura l’attenzione di professionisti provenienti da ogni parte d’Italia e non solo. Emozioni, esperienze e modi di vivere che si rispecchiano in tutte le stanze della propria dimora.

Dalla cucina, alla camera da letto, dal bagno al salotto, ogni camera è l’emblema dello stile della famiglia.

Ed è per questo che fiere come Homi Milano sono importanti per professionisti del settore e operatori al fine di conoscere le ultime novità sul mondo della casa, oltre ad approfondire diverse tematiche durante incontri e workshop tenuti dagli esperti dello stile.

Per quattro giorni Rho sarà il fulcro dello style: decorazioni, tessile, arredamento e accessori per l’interior design e l’outdoor. Essendo il primo evento del 2020 in calendario, è l’occasione per brand e aziende di mostrare i nuovi prodotti che saranno i protagonisti dei cataloghi e delle vetrine di quest’anno.

padiglione puglia homiChi sceglierà di parteciparvi, potrà conoscere le proposte di ben 600 espositori, sia italiani che stranieri.

Ed è proprio questo connubio tra made in Italy e sguardo aperto verse l’estero ad essere il punto di forza di questa fiera.

Infatti, oltre a poter vedere da vicino la qualità che caratterizza le aziende e i prodotti italiani, quella di Rho sarà anche l’occasione per conoscere in che modo venga affrontato il design all’estero, quali i materiali maggiormente utilizzati e quali i nuovi trend d’oltralpe.

Un altro aspetto che rende interessante questa fiera del design è la commistione tra i brand/ aziende storiche e i designer che per la prima volta si affacciano su un palcoscenico importante come questo. Tradizione e innovazione si mescolano per offrire nuovi spunti originali per arredare casa: dalle idee classiche alle tendenze del mercato per innovativi progetti contemporanei.

Homi Milano diventa così una sorta di community aperta tra influenze e contaminazioni, tra stili diversi che rispecchiano sempre il buon gusto.

Tante le occasioni per comprendere come sta cambiando il design negli ultimi anni: cucina, home decor, profumazioni, accessori, illuminazione: tanti mondi apparentemente diversi, ma che appartengono ad un’unica grande location che si chiama casa.

Ma c’è di più perché Homi Milano non è soltanto una serie di padiglioni a sé stanti. Al contrario, può essere definito come un incubatore di design, un lungo percorso espositivo che si basa non sul prodotto in sé, ma sulla relazione che questo crea con il consumatore.

La fiera, infatti, si basa sull’esperienza degli utenti, su quello che gli oggetti possono comunicare: perché un unico pezzo di arredamento può avere significati diversi sia in base a chi lo osserva, sia al luogo in cui viene contestualizzato.

Homi Milano: l’arredamento 2020 fa rima con sostenibilità…

Insieme alle attenzioni sempre più crescenti sul tema dell’ambiente, soprattutto quest’anno anche la casa farà rima con sostenibilità. Homi Milano sarà la culla di una nuova sensibilità green che trionferà come protagonista nei cataloghi 2020.

Materiali naturali, come la pietra, sono sempre più apprezzati sia dai professionisti e dagli utenti finali per l’anima che si nasconde dietro la loro semplicità. Oggetti di stile che trasformano un normale angolo in uno scrigno elegante.

Ed è proprio all’Homi Milano che si respirerà questa nuova tendenza: non sarà raro trovare oggetti ricavati dagli scarti dei pneumatici oppure oggetti che creano sorprendenti giochi di luce.

Ad esempio, sono proprio le applique in pietra a mostrare delle sinuosità perfette per creare capolavori luminosi.

Si capisce bene come sia chiara la mission delle aziende di design per un futuro sempre più green, con l’attenzione rivolta ai materiali naturali, alla vita del nostro pianeta e alla qualità della nostra esistenza. Più creatività, ma anche più tendenze green. E ad Homi 2020 tutto questo sarà visibile e tangibile.

…e artigianalità

L’altra parola chiave di Homi Milano è sicuramente l’artigianalità.

Dai complementi di arredo all’oggettistica, dagli articoli di profumazione ai lampadari, tutto sarà accomunato dalla bellezza di prodotti fatti a mano. Da qui emerge la ricerca della qualità e del dettaglio che porta i brand sempre di più ad apprezzare la cura delle lavorazioni artigianali.

L’artigianalità che si respirerà a Homi Milano è particolare perché vive nel presente ma guarda al futuro. Per questo accanto a semplici oggetti, come possono essere un portapenne, una fioriera o una lampada da tavola, si cerca sempre di creare un design innovativo, nuovo, che strizza l’occhio alle tendenze contemporanee.

L’artigianalità italiana e internazionale trova spazio sia nei brand consolidati e storici, sia nel nuovo mondo delle start-up e delle piccole aziende provinciali che stanno emergendo.

Ricerca, creatività e innovazione è la triade perfetta che caratterizza l’edizione 2020 di Homi Milano.

Homi 2020: la cucina e il salotto i luoghi cardine della casa

Se è vero che la cucina è un luogo di incontro, di sicurezza e soddisfazione, è anche l’ambientazione dove si trascorre la maggior parte del proprio tempo. E l’arredamento deve rispecchiare sia lo spirito di chi ci vive, sia deve essere funzionale e ben strutturato.

All’Homi Milano sarà realizzata una zona, chiamata Living Habits, dedicata alla tavola, alla cucina e in generale agli arredi e ai loro complementi.

Con il passare degli anni, la cucina è diventata il punto cardine della casa e i designer studiano modalità e tecniche per realizzare delle strutture confortevoli. Anche se l’ambiente è piccolo e ristretto, non si rinuncia mai all’estetica e al design.

Così, si creano delle soluzioni adatte all’ambiente e ai gusti personali.

Tanti gli articoli da cucina che ci saranno all’Homi Milano come accessori per l’organizzazione e per la tavola, piccoli elettrodomestici, ceramiche, porcellane e decorazioni. Ma grande attenzione anche al salotto, per eccellenza il luogo del relax e dell’accoglienza.

Così, si scelgono sempre divani dai tessuti ricercati, morbidi cuscini e illuminazione soft ed elegante. Soprattutto per le case con le volte alte, nei cataloghi 2020 sarà usuale trovare mobili che si sviluppano in altezza come le librerie di design in legno o pareti attrezzate.

Attenzione anche al modo in cui renderà un semplice mobile più interessante. Così nascono reggilibri in pietra, portapenne di design per la scrivania e alte fioriere per abbellire un angolo spento.

Le nuove tendenze dell’arredamento a Homi Milano: il bagno di design

Come dicevamo all’inizio, Homi Milano sarà un’importante vetrina per conoscere le tendenze 2020 nell’ambito dell’arredamento. A trionfare nelle case degli italiani, e non solo, saranno i colori neutri, caldi ed eleganti, resi ancora più tenui da sinuose lampade dove non mancheranno elementi appariscenti.

A tal proposito le lampade a sospensione sono la soluzione sempre più apprezzata sia per il design, sia per la loro funzionalità. Così, un lampadario in pietra, con materiali di riciclo, in ceramica o in metallo diventa il vero protagonista delle stanze.

Un altro ambiente che sarà valorizzato ad Homi 2020 è sicuramente il bagno. Oltre ad essere un luogo di relax è anche la location di design dove ogni dettaglio non viene lasciato al caso. Nel percorso espositivo di Homi saranno presenti le nuove tendenze a partire dai rivestimenti: sempre più apprezzato è l’effetto pietra insieme all’evergreen mosaico.

Il tutto è reso ancora più elegante dai lavabo in ceramica, dagli asciugamani di alta manifattura, ovviamente da un’illuminazione soft e da profumazioni delicate che rendono il bagno una piccola oasi di benessere. Ad esempio, il fascino della pietra leccese unito ai rivestimenti in mosaico dona una luce naturale all’ambiente.

Sguariu a Homi Milano 2014

Ogni anno all’Homi Milano partecipano con le loro creazioni le eccellenze del design italiane e straniere. E anche noi siamo stati ospiti in questa importante fiera nel 2014.

A Casapulia sei anni fa si riunirono i migliori 22 progetti di designer under 35 della Regione Puglia e proprio lì sono stati ospitati due prodotti di Sguariu realizzati dall’architetto Ritana Schirinzi: si tratta di Alcoloured Drinks e Arcade.

La prima collezione riprendeva la forma dei bicchieri da drinks per realizzare lampade-tavolini, comodini luminosi dall’elegante gioco di luce e colori.

Nella seconda, invece, si trattava di un sistema modulare che per comporre con facilità fioriere, partizioni di ambienti, parapetti e sedute per esterni ed interni.

Photo credits Homi Milano ©

Homi milano le foto

homi milano fiorira un giardinohomi milano ingresso fierahomi milano Hybrid Loungehomi milano kids

 

Menu

PER TE, SUBITO, IL 10% DI SCONTO

Iscriviti alla newsletter riceverai il 10% di sconto.