Continuano gli straordinari sconti del 10%, lo sconto è applicato nel carrello. Approfittane subito.

Lavabo per il bagno, 5 consigli per non sbagliare la scelta

[lwptoc]

Nell’arredare il bagno, devi scegliere con cura il design, la tipologia e il materiale del lavabo. Spesso, infatti, non si ha un’idea precisa su quale modello scegliere, come pulire i diversi materiali e quale soluzione si addice meglio al tipo di arredamento del bagno.

Vediamo insieme tutto quello che ti serve per giungere alla scelta sicura e consapevole.

Che tipo di lavabo scegliere?

In commercio sono presenti diversi modelli, ognuno con caratteristiche proprie che li differenziano gli uni dagli altri. Differenze che riguardano sia il design, sia il materiale. Ecco quelli più diffusi nelle case degli italiani:

  • Lavabo sospeso. Questa soluzione è quella più diffusa nelle case dallo stile moderno e contemporaneo. Sicuramente, si tratta di una scelta che strizza l’occhio sia al design, sia alla comodità. La configurazione estetica, infatti, lo rende bello, di facile pulizia e soprattutto di semplice utilizzo per le persone con disabilità o capacità motorie ridotte.
    Se hai un bagno piccolo o uno di servizio, Sguariu ti consiglia questa soluzione: così ottimizzi lo spazio da dedicare a mobili dove sistemare, ad esempio, i prodotti della tua routine di bellezza.
  • Lavabo a colonna. Di piccole o di grandi dimensioni, questa soluzione somiglia alla precedente. Ma con una importante differenza. Come dice il nome stesso, il lavabo a colonna è caratterizzato da una colonnina che nasconde le tubature e il sifone.Anche in questo caso è utile soprattutto se in casa ci sono persone con poca mobilità: per loro sarà più facile lavarsi mani e volto.
  • Lavabo da appoggio. Insieme al lavabo a sospensione, è la soluzione più apprezzata per i bagni moderni. Tutto lo stile e l’eleganza si concentrano in questo tipo di lavabo che viene adagiato su un mobile d’appoggio. Sono diverse le forme che puoi trovare: rettangolari con gli angoli smussati, ovali o tondi, anche se quelli più diffusi sono di forma tondeggiante.E anche i materiali differiscono: dalla ceramica alla pietra naturale fino al pregevole marmo. Questa scelta può essere utile non solo se hai un bagno piccolo; infatti, se hai un ambiente più grande puoi pensare di realizzare diversi rubinetti e inserire più lavabi. Il tuo bagno avrà così un tocco di stile.
  • Lavabo da incasso. Se per il tuo bagno, invece, desideri una scelta più tradizionale, noi di Sguariu ti consigliamo il classico lavabo da incasso.
    La struttura si inserisce, interamente o parzialmente, all’interno del mobile che viene così valorizzato. Dal punto di vista del colore, puoi scegliere un tono su tono oppure un contrasto cromatico principalmente in base al colore dei mobili.

5 consigli per scegliere al meglio un lavandino per il bagno

Dopo aver visto i modelli più diffusi per il lavabo del bagno, ora vediamo i 5 consigli utili per scegliere quello perfetto per te.

  1. Stile del bagno e della casa. Il primo punto da considerare nella scelta del lavabo è lo stile della casa e del bagno. In che senso? Se gli ambienti strizzano l’occhio al design moderno, ti consigliamo il lavabo sospeso o d’appoggio. Queste due soluzioni sono ideali per rendere il bagno una piccola oasi di bellezza. Al contrario, se desideri di realizzare un bagno tradizionale, scegli quello ad incasso o a colonna.
  2. Quante persone lo usano. Un altro aspetto da considerare è il numero di persone che dovranno usarlo. Ad esempio, se devi utilizzarlo insieme a tutta la tua famiglia sarebbe meglio scegliere una soluzione più classica: il lavabo a colonna, ad esempio, può fare al caso tuo.
  3. Quale utilizzo devi farne. Se intendi utilizzare il lavabo solo per mani e volto, scegli il design che più si avvicina ai tuoi gusti. Se, invece, sei abituata ad utilizzarlo per lavarti i capelli, non prendere in considerazione quello sospeso o d’appoggio, ma scegli un modello più tradizionale.
  4. Ci sono bambini in casa? Questo è un altro aspetto a cui devi pensare. Se hai bambini piccoli, sarebbe meglio scartare il lavabo sospeso o d’appoggio e scegliere, invece, il classico lavabo da incasso o a colonna.
  5. Gusto e mobili già presenti. Il quinto consiglio per scegliere al meglio il lavandino per il bagno è considerare sicuramente il tuo gusto personale e soprattutto gli eventuali mobili presenti. Ad esempio, se hai un mobile di legno nuovo di zecca puoi pensare di valorizzarlo con un elegante lavabo da appoggio o da incasso in pietra o in marmo.

La scelta del materiale per il lavabo

Dopo aver scelto il modello del lavabo, bisogna ora considerare i materiali. Di seguito ti indichiamo quelli più diffusi, le proprietà principali e i motivi per cui sarebbe bene sceglierli:

  • Lavabo in Ceramica. Si tratta sicuramente del materiale più facile da reperire sul mercato e soprattutto semplice nella manutenzione. Essendo anticalcare, è perfetto per un uso costante;
  • Lavabo in Resina. Anche questo è un materiale facile da pulire che offre un’igiene impeccabile;
  • Lavabo in Vetro. La manutenzione semplice e il materiale igienico strizzano l’occhio al design moderno. Ampia è la gamma di colori. Sconsigliato se in casa ci sono bambini;
  • Lavabo in Pietra. Ideale sia per i bagni moderni che rustici. Si tratta di un evergreen nell’ambito dell’home design: il materiale naturale dona un tocco di bellezza eterno.
  • Lavabo in Inox. Igienico e facile da pulire, è molto resistente agli urti e sensibile ai graffi. Per questo è ideale per un lavabo molto utilizzato.

Lavabo in pietra leccese e carparo

Per un lavabo naturale che rimanga intatto e perfetto nel tempo puoi scegliere tra due materiali: la pietra leccese e il carparo. Il colore neutro della pietra si adatta a un bagno contemporaneo o classico ed è ideale anche per dare un tocco retrò ad un ambiente di stile industriale.

Inoltre, sono idrorepellenti e mantengono intatto il loro colore e la loro finitura anche con la quotidiana pulizia.

Scegliere il lavabo in pietra leccese significa far entrare nella tua casa tutta la tradizione pugliese e salentina: il tuo bagno avrà tutto lo stile autentico della meravigliosa Puglia!

Ma c’è di più… Poiché la pietra leccese e il carparo sono materiali facilmente lavorabili, puoi trovare la forma che più ti piace: da quella tondeggiante ad una più squadrata. I modelli sono diversi, ma sicuramente il lavabo più ricercato è quello d’appoggio a diverse altezze.

Scegli il lavabo in pietra leccese e in carparo per il tuo bagno esclusivo!

Menu