5 A MO

Nel mese di dicembre 2013 Sguariu Arenarie, ha avviato un progetto didattico presso l’Istituto di Istruzione superiore Bottazzi di Casarano, nella sua sede di Taurisano, nell’ambito P.O. Puglia FSE 2007- 2013 Asse IV Capitale Umano. Il progetto dal titolo  “Le pietre del Salento tra moda e design” ha previsto la realizzazione, da parte di sei studentesse della classe 5a A dell’indirizzo Moda, di accessori, utilizzando un materiale inusuale e al tempo stesso creativo come la pietra, in particolare quella locale, ovvero la Pietra Leccese.

Eleonora Cossa, Mary de Marinis, Denise Delminio, Giulia de Rinaldis, Letizia Pecoraro e Alison Manni hanno prodotto prototipi per un ventaglio con manico in pietra, gioielli in pietra leccese tra cui: bracciale con dadi colorati in pietra e swarovski, collane in pietra leccese e swarovsky, colletto in stoffa con applicazioni in pietra, charms in pietra.

Progetto Didattico

Un materiale nobile che nella tradizione salentina ha assunto i più svariati utilizzi può offrire tantissimi spunti creativi anche nell’ambito della moda, in particolare nel settore accessori, divenendo facilmente fruibile a tutti. Forte ma al tempo stesso fragile, la pietra, necessita di particolari accorgimenti nella sua applicazione ma al tempo stesso offre molteplici possibilità realizzative, inoltre custodisce un altissimo valore semantico, che si sposa molto bene, ad esempio, con il mondo della gioielleria.

Le pietre, dette “figlie della terra” affascinano l’uomo fin dall’antichità ed hanno assunto per intere civiltà significati particolari: pregiate, forti ma anche fragili, tanto da essere utilizzate per rendere memorabili le ricorrenze più importanti.

Oggi, con l’attenzione sempre più comune verso l’utilizzo di materiali naturali e soprattutto made in Italy, le tendenze attuali del mondo del design vedono la pietra come il perfetto compromesso tra industria ed artigianato, con risultati davvero affascinanti, applicabili anche al settore moda.

Il Carparo e la Pietra leccese, arenarie salentine dalla delicatissima colorazione chiara, storicamente utilizzate nella produzione scultorea per via della loro facilità di lavorazione, oggi ampliano il loro ambito di realizzazione, anche grazie all’offerta turistica della nostra terra che permette una valida opportunità di commercializzazione ed esportazione.